Pubblicato il

Guida all’installazione di Debian

Ragazzi, nonostante io non abbia moltissima esperienza con il mondo GNU/linux, ho voluto provare a prender la strada di debian, per pura curiosità di conoscere il sistema operativo GNU/Linux per eccellenza.
In rete c’è una battuta che dice : ubuntu è un’ antica parola di orgine africana che vuol dire “debian è troppo difficle da installare”, prendendo ironicamente in giro gli user di ubuntu, distribuzione debian-based.
In giro si sente dire che debian sia difficle da installare, e sia un sisema operativo riservato agli utenti esperti, anzi, sia pure poco user-friendly!!!
Sinceramente io non ho avuto alcuna difficolta durante l’installazone, non mi è sembrato nulla di complicato…
E’ chiaro: all’inizio bisogna leggersi tante pagine fitte fitte nero su bianco senza immagini, roba da spegnere il pc e farsi una passeggiata, ma datro che la testardaggine non mi manca lol, dopo qualche tentativo sono riuscito a quagliare qualcosa:
Sul sito ufficiale sono disponibili tante ISO per tante piattaforme, non solo: prima di scegliere per quale piattaforma scaricare l’ISO, si deve sapere se effettuare l’installazione tramite internet oppure tramite tanti CD-DVD pre-scaricati precedentemente.
La sostanziale differenza è che con internet si possono scaricare i principali meta-pacchetti (cioè gruppi con tanti pacchetti al loro interno, tipo il Desktop Enviroment) a scelta, mentre con i DVD si installeranno tutti i meta-pacchetti che probabilmente non useremo (come i server di stampa, database MySQL ecc ecc).
Io ho optato per una tranquilla installazione tramite internet per piattaforma i386 , cioè per un sistema operativo a 32 bit.
Questa guida vi insegnerà ad installare debian tramite screenshots con relative descrizioni. Non mancheranno però sequenze di immagini senza didascalie: in quei casi basta leggere cosa ci sia scritto e immaginare di aver premuto invio (cioè la conferma) tra uno screen ed un altro.
Bene, possiamo cominciare!
Al momento della stesura della guida la versione era la 5.0.4, una versione molto vecchia ma che sono stato costretto ad utilizzare per via delle mie poche risorse a disposizione, ma la procedura vale anche per la versione più aggiornata: il procedimento è comunque analogo.

Come sempre scarichiamo la ISO, masterizziamola e facciamola partire da boot, ecco cosa si presenterà sullo schermo:

debian-90

premiamo invio e proseguiamo

debian-91 debian-92 debian-93

qui arriviamo al momento della connessione ad internet.
Nota: Anche con le versioni Debian attuali, la connessione ad internet è possibile effettuarla solo via cavo o tramite wifi con rete aperta o protetta da WPA.
Dato che ho eseguito l’installazione su virtualbox, avevo già settato le impostazioni per la connessione; comunque vi basta sapere che vi uscirà un campo in cui dovrete mettere il nome della vostra rete e successivamente la password, preceduta da “s:” se si tratta di una chiave alfabetica, oppure leggere le istruzioni presenti nella schermata 😉

debian-94

ora dobbiamo immettere il nome del dominio del computer. Dato che il mio pc si trova in una semplice rete casalinga, ho lasciato il campo bianco

debian-95

Siamo arrivati al momento del partizionamento! nonostante non venga eseguito con il metodo “punta e clicca”, non significa che sia difficile 😉
per un normale utente con un PC che abbia più di 512MB di ram bastano due partizioni con due punti di mount: la “/” detta “root”(= radice), cioè la partizione dove risiedono tutti i file necessari al sistema operativo di 5-10 GB, ed un altra “/home”, cioè la partizione con i file dell’utente, con un taglio a scelta
nel caso si volesse creare una partizione con un punto di mount differente,
nel caso ci fossero meno di 512MB di ram, sarebbe oppurtuno selezionare “partizionamento guidato, usa l’intero disco, partizione /home separata; il sistema creerà una partizione per la Swap più la “/” e la “/home” (attenzione alla dimesione della /, che il sistema crea in base ai file che occuperà senza installare il Desktop Enviroment ed il sistema standard, regolatevi di conseguenza)

debian-1 debian-2 debian-3 debian-4 debian-5 debian-6 debian-7 debian-8 debian-9 debian-10 debian-11 debian-12 debian-13 debian-14 debian-15

ok, questi sono i passaggi che ho fatto per il partizionamento senza swap, ecco invece cosa dovete fare se avete meno di 512 MB di ram 😉

debian-16 debian-23 debian-22 debian-21 debian-20 debian-19 debian-18 debian-17

adesso dobbiamo impostare la password di root, il super user, quella che ci consentirà di installare software e compiere azioni che protrebbero compromettere la stabilità del sistema, scegliete quindi una pasword difficile da dimenticare 😉

debian-24 debian-37 debian-36 debian-35 debian-34 debian-33 debian-32 debian-31 debian-30 debian-25 debian-38 debian-39

 

Installazione Terminata!

riavviamo e godiamoci finalmente il Sitema Operativo Universale!

debian-40 debian-41debian-42

come potete vedere, dopo l’austera colorazione della fase di installazione, ci si apre un mondo colorato e cristallino…

forse il desktop enviroment GNOME non vi piace? cambiamolo in KDE

rechiamoci nel terminale ROOT, inseriamo la password e digitiamo

apt-get install kde e poi premiamo “s”
attendiamo lo scaricamento del DE e successivamente ci uscirà una finestra in cui dovremo premere ok e successivamente scegliere il Desktop Enviroment da par partire all’avvio:

dopo aver fatto la nostra scelta (kdm) si continuerà l’installazione dei diversi pacchetti.
terminato ciò dobbiamo terminare la sessione disconnettendoci.
sucessivamente andiamo su session type e clicchiamo su kde, inseriamo il nostro nome e password e ci uscirà il wizard di configurazione di KDE:

debian-43 debian-49 debian-48 debian-47 debian-46 debian-45 debian-44

bene, già così è più vivibile e colorata 🙂

manca però la lingua italiana!
rechiamoci quindi nel terminale root (con il quale dovremo conviverci finchè useremo debian) e diamo:

apt-get install kde-i18n-it

oppure

dpkg -i kde-i18n-it

in alternativa possiamo anche avviare il gestore pacchetti snaptyc ed installarlo da lì

attendiamo lo scaricamento e l’installazione del pacchetto, successivamente andiamo su K->settings->regional & accessibility->country region & language.

Bene, adesso abbiamo finalmente la nostra bella Debian come piace a noi!

Grazie per aver seguito questa guida,spero vi abbia soddisfatto e che vi sia risultata utile! Alla prossima!