cosa corrisponde taglia 34 uomo

[ad_1]

Non bisogna sottovalutare l’importanza delle taglie dei pantaloni uomo, piuttosto capire come convertire e come scegliere quella giusta per evitare errori negli acquisti. La taglia dei pantaloni uomo in Italia è ben diversa da quella americana, inglese o francese. Ci sono infatti altri parametri che definiscono l’ampiezza e la lunghezza di questo capo di abbigliamento. Delle taglie pantaloni uomo la conversione è dunque un argomento che potrebbe causare qualche problema, soprattutto se vi trovate all’esterno o volete fare shopping online. Esistono tre sistemi di misurazione e ogni marca ne usa uno differente. Per aiutarvi nella corretta conversione, in questo articolo vi forniremo tutte le linee guida per capire come scegliere le taglie dei pantaloni giuste.

Tipi di taglie

Innanzitutto è bene sapere che esistono ben 3 tipi di taglie dei pantaloni uomo. Le classiche sono quelle europee indicate come taglia 46 o 52.

L’altra tipologia è quella internazionale: in questo caso esistono vari sistemi come le taglie inglesi, francesi, italiane e quelle americane, che classifica i pantaloni dalla XS alla XXXL.

Infine, c’è il sistema di misurazione delle taglie dei jeans, dove il primo numero indica la larghezza della vita e l’altro la lunghezza della gamba. Questi numeri sono divisi da una barra, esempio 31/34, e sono espresse in pollici. Per trovare la larghezza corrispondente del sistema classici, dovrete aggiungere alla prima cifra +14.

Taglie pantaloni

taglie pantaloni uomo in centimetri
Tabella delle taglie dei pantaloni uomo

Per quanto riguarda la taglia pantaloni uomo, nel senso classico, bisogna tenere in considerazione che la cintura arriva poco sotto l’ombelico. La più piccola è la 40 mentre la più grande è la 74. Ecco una tabella che esprime in centimetri le taglie dal punto di vista del girovita e della lunghezza della gamba. Utilizzatela per riuscire a fare acquisti online e comprendere le taglie pantaloni Zalando e di altri marketplace.

Taglie jeans

Taglie pantaloni uomo jeans
Tabella taglie dei jeans uomo

Le taglie dei jeans uomo sono espresse secondo il sistema W/L, ovvero larghezza del girovita e lunghezza della gamba. Per trovare quella giusta potreste prendere le vostre misure in centimetri: per ottenere la larghezza basterà appoggiare sul lato superiore del proprio pantalone un metro da sarta e otterrete un valore in centimetri. La lunghezza si calcola dal cavallo all’orlo. Dunque le taglie jeans 30×32 corrispondono a una 44 italiana, mentre se volete sapere la taglia 34 uomo a cosa corrisponde, la risposta è la 50. Ecco una tabella di conversione taglie jeans uomo.

Larghezza e lunghezza dei pantaloni in W/L

Taglie pantaloni uomo w l
Tabella W/L dei pantaloni uomo

La taglia dei pantaloni si esprime anche in larghezza e lunghezza. Le taglie W/L, dove W sta per waist-larghezza e L per lenght-lunghezza, si esprimono con la doppia cifra separata da una barra. Il primo valore va da 26 a 48, mentre l’altro da 30 a 36. Ecco una tabella che vi mostra la conversione del girovita di queste taglie in quelle italiane classiche.

Taglie per uomini alti e magri

Taglie pantaloni uomo magri alti
Tabella conversione taglie pantaloni per uomini alti e magri

Così come per le taglie pantaloni donne, anche per gli uomini ci sono delle conversioni da fare se si vuole trovare il modello giusto se si è alti e magri. In questo caso la lunghezza della gamba va dagli 83 ai 92 centimetri, mentre il girovita dai 71 ai 104. Le taglie corrispondenti dunque vanno dalla 88 alla 114. Ecco la tabella che vi aiuterà nella conversione delle taglie pantaloni per uomini magri e alti.

Taglie per uomini grassi

Taglie pantaloni uomo grassi
Tabella conversione taglie pantaloni per uomini grassi

Per individuare le taglie per uomini grassi, dunque con pancia o tarchiati, è importante innanzitutto scegliere dei pantaloni a vita più alta. In questo caso le taglie sono espresse con numeri dispari e vanno dalla 47 alla 79. Ecco una tabella di conversione taglie riepilogativa.

Taglie americane

Fare la conversione delle taglie americane dei pantaloni è estremamente semplice, perché basta fare +10 per trovare il corrispettivo italiano.

Taglie inglesi

Così come per quelle americane, anche la conversione delle taglie inglesi è facilissima e identica. Basta fare +10. Quindi se vi state chiedendo la taglia 36 a cosa corrisponda in Italia, la risposta sarà semplicemente 46.

Taglie francesi

Le taglie italiane e quelle europee sono le stesse, mentre è diverso il sistema che si adotta in Francia. Le taglie francesi sono leggermente più grandi di quelle italiane, che hanno un taglio più aderente. Quindi se volete acquistare una taglia 46, in Francia dovrete comprare una 48. In pratica c’è una taglia di differenza.

Pantaloni: tagli e forme

I pantaloni uomo hanno tagli e forme differenti oltre che stili molto dissimili. Innanzitutto classifichiamo il taglio per il quale consideriamo la lunghezza che può essere lunga, 7/8 o ¾. A questa categoria appartengono anche bermuda e pantaloncini.

La larghezza è un altro parametro per considerare i tagli: i pantaloni potranno essere larghi, detti baggy, dritti, a zampa di elefante, attillati, skinny, leggings e treggings.

Infine si deve considerare l’altezza della vita: vita alta, media, bassa o bassissima.

Per approfondire, qui altre utili informazioni sulle taglie dei pantaloni da uomo.



Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Enable registration in settings - general