cosa si coltiva in sardegna

[ad_1]

SARDEGNA INFORMAZIONI
 Pagina:
1
2
3
Pagina: 3  

Sardegna Clima:

Il clima è mite. Nelle zone costiere l’inverno è
tiepido, mentre abbastanza rigido sulle montagne
più alte. Il periodo estivo è caldo e secco. Le
piogge sono scarse e si concentrano all’inizio della
primavera e alla fine dell’autunno. Nel periodo
invernale l’isola è colpita dal vento maestrale
che è un vento occidentale molto violento.

Sardegna Agricoltura – Allevamento – Pesca:

Le bonifiche fatte ai terreni costieri pianeggianti,
hanno permesso di sviluppare maggiormente le colture,
ma il problema principale resta sempre la poca fertilità
del terreno, che non permette di raccogliere prodotti
in quantità maggiori. L’ulivo e la vite sono coltivati
nelle zone collinose. La produzione di frumento,
orzo e ortaggi vengono coltivati nella piana del
Campidano. Notevole è la produzione di barbabietole
e di arance. Tipico prodotto della Sardegna è la
quercia da sughero, la quale è favorita dal terreno
molto arido. L’allevamento degli ovini esiste fin
dalle più antiche tradizioni. Molto prosperosa quindi
è la produzione di formaggi, carne e lana. La pesca
non ha mai interessato i Sardi sin dall’antichità.
L’unica pesca sviluppata è quella del tonno, e delle
aragoste. Nelle coste si pescano anguille e cefali.
Molto importante è la pesca del corallo.

Sardegna Industria – Turismo:

Alcuni tra i più grandi complessi petrolchimici
esistenti in Europa si trovano nella zona di Porto
Torres in provincia di Sassari e nelle vicinanze
di Cagliari. Modeste sono le produzioni manifatturiere
della carta, dei formaggi, dei laminati in allumino
e dei prodotti chimici. Abbastanza sviluppata è
l’industria estrattiva, grazie ai giacimenti di
zinco, piombo e carbone che la Sardegna ne è ricca
nel sottosuolo. Con la costruzione dei laghi artificiali
sui fiumi Tirso, Flumendosa e Coghinas la produzione
dell’energia elettrica supera il fabbisogno regionale.
Alcuni prodotti artigianali hanno ancora un certo
peso economico. Tra questi ricordiamo la produzione
di tappeti e coperte di lana, ceramiche, ferro battuto
e la lavorazione del corallo. Il turismo è molto
sviluppato specialmente negli ultimi anni. Le bellezze
dell’isola attirano molti turisti. Le località più
frequentate sono la Costa Smeralda, la Baia di Alghero,
il Golfo di Cagliari e la Gallura.

Sardegna Comunicazioni:

L’isola è collegata all’Italia grazie ai traghetti
che fanno capo ai porti di Olbia, Porto Torres,
Cagliari e Sant’Antiocco. La rete stradale è già
molto efficiente, ma con il gran afflusso di turismo
e lo sviluppo della città, si sta ampliando. La
costruzione di una superstrada mette in collegamento
Cagliari-Oristano-Sassari-Porto Torres e con le
reti secondarie raggiunge anche i centri secondari
più interni. La rete ferroviaria si limita a mettere
in comunicazione i centri urbani più sviluppati:
la conformazione del terreno ne ostacola la costruzione
di altri tratti. Gli aeroporti più importanti sono
quelli di Elmas vicino a Cagliari, Fertilia a pochi
chilometri da Alghero e Venafiorita nei pressi di
Olbia.

 Pagina:
1
2
3
Pagina: 3  

Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Reset Password