cosa ti rende vulnerabile

[ad_1]

Ci insegnano da piccoli a non piangere, ad essere forti, duri, ad andare sempre avanti , a cadere e rialzarci.

Certamente dobbiamo essere forti, ma la vita non è sempre così.

Ci sono momenti in cui abbiamo paura, dubitiamo di noi stessi.

Magari non siamo pronti ai cambiamenti che ci si presentano o non vogliamo fare il passo che tutti si aspettano da noi.

E in quel momento siamo vulnerabili.

E nessuno ci ha mai insegnato ad essere vulnerabili, perché la vulnerabilità è considerata debolezza… Nel pensiero comune associamo la vulnerabilità a :

  • insicurezza
  •  vergogna
  • non sentirsi all’altezza
  • paura del rifiuto

…E se invece fosse la nostra forza?

Vulnerabile significato

Quando osserviamo un’ altra persona spingersi oltre i suoi limiti e osare, vediamo un atto di coraggio.

Quando pensiamo di fare la stessa cosa noi stessi spesso nascono due tipi di pensieri:

  • Non ce la farai mai!
  • Ma chi ti credi di essere?

E in questo momento siamo sopraffatti dal dubbio e vediamo tutte le nostre debolezze.

Ti senti debole, facilmente attaccabile, la vulnerabilità prende il sopravvento e le nostre paure vincono.

Ma dimmi una cosa…

Riesci a pensare ad almeno una persona che non si sia mai sentita esposta, a rischio, possibile vittima di critiche e giudizio altrui?

Vorresti vivere una vita in cui non osi mai e stai sempre nella tua zona di comfort?

La vulnerabilità non può essere eliminata dalla nostra vita.

Tutti ci sentiamo vulnerabili:

  • quando andiamo a fare un colloquio
  • quando dobbiamo parlare in pubblico
  • quando dobbiamo presentare un nuovo progetto o una nuova idea
  • quando vogliamo chiedere ad un ragazzo/ una ragazza di uscire con noi
  • quando diciamo “ti amo” per primi
  • quando scopri di aspettare un bimbo

E questi momenti sono anche quelli che segnano la nostra vita e la rendono spettacolare, eccitante, interessante, degna di essere vissuta.

essere vulnerabile nella coppia

Accettare la propria vulnerabilità

Accettare la propria vulnerabilità e farne un punto di forza significa essere disposti ad aprirsi e a parlare di cosa stai affrontando.

Essere vulnerabili significa sapere chiedere aiuto nonostante la paura di essere giudicato.

Significa imparare ad essere autentici e non mettere su falsi sorrisi.

Significa amare pienamente e dire Ti Amo per primo.

Vuol dire non aver paura di piangere e non nascondere le emozioni, condividere le parti più profonde di te con le persone che ami, ammettere i propri errori e sapere chiedere scusa.

Vuol dire accettare le proprie imperfezioni e lavorarci su, perché non siamo supereroi, siamo umani.

La vulnerabilità non è debolezza, è coraggio.

Se non ci fosse vulnerabilità non ci sarebbero invenzioni e innovazione. Non ci sarebbero artisti, non ci sarebbero leader.

Essere disposti a mettesi in gioco richiede coraggio e ti apre molte porte:

  • la libera espressione di sé
  • maggiore gioia ed allegria
  • un aumento di creatività
  • maggiore compassione ed empatia
  • aumentata autostima
  • più coraggio nelle decisioni future

 

Parliamo di te…

Per iniziare a capire quali sono i tuoi punti deboli e come trasformarli in forza rispondi a queste domande:

  • Cosa ti spaventa più di tutto?
  • In quali situazioni tiri su muri indistruttibili?
  • Quando ti senti indifeso?
  • In quali situazioni ti vergogni di te stesso?
  • In queste situazioni, qual’è la cosa peggiore che possa succedere?
  • Riconosci il coraggio come uno dei tuoi valori principali? Ti piacerebbe rivalutare la tua lista dei valori e inserirlo?
  • Sei circondato da persone con cui ti senti libero di parlare, o immagini già riposte negative? E se invece ti sbagliassi?

Sentirsi vulnerabili

Cosa fare quando ti senti vulnerabile

Non sfogare le tue emozioni sugli altri

Quando ci si sente feriti, spesso si reagisce in modo aggressivo e si finisce per ferire qualcuno che ci sta intorno anche se il nostro problema non ha nulla a che fare con lui.

Se ti senti frustrato prenditi un momento per riconoscere questo momento di vulnerabilità.

Non litigare con nessuno, prenditi un po’ di tempo per te stesso.

Journaling

Se ti piace scrivere, puoi prendere il tuo diario e sfogarti scrivendo. Ti aiuterà a fare luce su cos’è esattamente che ti ha ferito e sulle emozioni che stai provando.

Parla con una persona fidata

Una volta passata la rabbia o tristezza iniziale, cerca una persona fidata che ti possa capire. Scegli una persona in cui riconosci i valori di empatia e compassione. Apriti con lei, raccontale la situazione senza vergogna e senza paura.

Parlati come parleresti ad un amico

Immagina che un tuo amico ti racconti questi fatti e queste emozioni. Sicuramente saresti molto comprensivo e faresti del tuo meglio per farlo sentire meglio ed offrire una prospettiva positiva. Modifica il tuo dialogo interiore parlando a te stesso con la stessa compassione che mostreresti ad una persona cara.

Creare rapporti profondi

Quattro cose da sapere sulla vulnerabilità

La vulnerabilità è contagiosa

La vulnerabilità è una caratteristica rara e quando la mostri ti distingui dagli altri.

Ti rende speciale. Ti dà il potere di ispirare gli altri a fare lo stesso.

Condividendo i tuoi dubbi e la tua sofferenza scoprirai che anche gli altri hanno passato le stesse situazioni e saranno incoraggiati ad aprirsi con te e a raccontarsi loro stessi.

Soffocare le incertezze non funziona

Nel momento in cui uno si sente vulnerabile, spesso cerca di soffocare le emozioni bevendo, mangiando, uscendo o buttandosi nel lavoro.

Può funzionare per un po’, ma le emozioni non possono essere silenziate in modo selettivo, se ne soffochi una le soffochi tutte, anche quelle belle.

Vulnerabilità e perfezionismo

Essere perfezionisti è diverso dal dare il meglio di sé. Essere perfezionisti riguarda il risultato, dare il meglio di sé riguarda il percorso fatto per migliorare, il lavoro duro .

Il perfezionismo è l’ opposto della vulnerabilità, è il non voler fare vedere i nostri errori e le nostre debolezze, ma solo ciò in cui siamo eccellenti.

Il perfezionista non tollera sentirsi vulerabile, ha tutto sotto controllo, non chiede aiuto e non delega.

Connessione profonda

Essere autentici è una scelta e dobbiamo continuare a decidere di essere noi stessi in ogni situazione.

Aprendoci con un’ altra persona e mostrandoci come siamo, creeremo rapporti veri e sinceri.

Non avremo più bisogno di nasconderci dietro quei muri che abbiamo creato e incoraggeremo questa persona a fare lo stesso.

Le relazioni più belle sono quelle in cui nessuno dei due ha paura di mostrarsi completamente e di accettare e amare l’ altro esattamente com’è.

 

 Coppia

Fonti: Brenè Brown è una ricercatrice che ha passato 12 anni a studiare la vulnerabilità, il coraggio e la vergogna.

Nella sua Ted Talk che ha avuto più di 8m di visualizzazioni, ci racconta ciò che ha imparato da migliaia di interviste fatte.

 

 

 

Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Enable registration in settings - general