dove trovo iban sisalpay

[ad_1]

Una soluzione pratica ed economica per chi è alla ricerca di una prepagata con IBAN è la Sisal Pay. Ecco una guida per conoscere le caratteristiche di questo strumento di pagamento elettronico e le istruzioni per richiedere la carta e attivarla.

carta conto iban sisalpay

Perché attivare una carta conto 

Le carte prepagate offrono la possibilità di fare acquisti sia online che nei negozi con maggiore tranquillità. Questi prodotti infatti, a differenza delle carte di credito, non attingono a fidi bancari o al conto corrente, le carte di debito permettono di spendere solo gli importi caricati in precedenza dal cliente.

Sisal Pay è una carta di debito dotata di IBAN, gli utenti dunque possono ricevere ed effettuare bonifici come da un regolare conto corrente. L’IBAN associato alla carta si può visualizzare cliccando sulla Mia carta dall’app Mooney, oppure dal menu Carta Sisal Pay da profilo sul sito mooney.it.

Questo prodotto prepagato non richiedere costi di attivazione, ma il canone annuo della carta è di 5 euro. Per conoscere quali sono le migliori carte del momento si può utilizzare il comparatore di SOStariffe.it, questo strumento vi mostrerà i costi e le condizioni dei diversi prodotti attivabili. In questa guida scopriremo quali sono le funzioni e i servizi offerti ai clienti che attivano questo prodotto e come utilizzare la Sisal Pay.

Come attivare una prepagata con IBAN Sisal Pay

I clienti che vogliano attivare una carta Sisal Pay dovranno individuare il punto Sisal più vicino, le carte non possono infatti essere richieste e abilitate online. La ricerca dell’attività più prossima può avvenire tramite il sito internet Mooney.

Da Dicembre 2019 infatti Banca 5, del Gruppo Intesa Sanpaolo, e Sisal Pay hanno unito le forze in un nuovo progetto. Questa iniziativa permette ai clienti di eseguire operazioni bancarie e di accedere a servizi in precedenza disponibili solo nelle filiali anche in bar, tabaccherie ed edicole.

Per avere la propria carta prepagata Sisal gli utenti dovranno recarsi presso un punto Sisal Pay. Le condizioni per poter acquistare questo prodotto sono la maggiore età del richiedente e la residenza in Italia. Come per ogni strumento di pagamento elettronico il cliente dovrà fornire:

Nel fornire il documento di identità da registrare si deve tener presente che è necessario una carta di identità (o patente) che abbia almeno 3 mesi di validità. Una volta scaduto il documento si potrà inviarne una copia al servizio clienti (mail [email protected]) o andando in un punto vendita.

La procedura di inoltro della domanda di emissione della carta prepagata con IBAN sarà completata in pochi minuti dall’esercente del punto vendita. Il cliente dovrà poi sottoporsi ad un test per verificare l’identità. Per questo controllo sarà necessario lo smartphone.

Al termine di questa trafila l’addetto del punto Sisal vi consegnerà la Sisal Pay in una busta sigillata. Si dovrà quindi procedere all’attivazione. Per rendere operativa la carta il cliente dovrà collegarsi all’app o andare sul sito del gestore e inserire il codice di attivazione ricevuto via sms.

L’ultimo passo del procedimento è la prima ricarica sulla carta, si potrà accreditare un importo qualsiasi purché sia compreso tra 10 euro e 250 euro. Si può ricaricare sia in contanti che da altre carte di debito. Non sarà poi possibile effettuare operazioni di ricarica per 3 giorni, come previsto da contratto.

Le caratteristiche della Sisal Pay

La carta prepagata proposta da Sisal è una Mastercard protetta dal sistema 3D Secure, che richiede il messaggio di verifica sul cellulare prima di validare un’operazione. È un prodotto contacless e senza necessità di codice per importi inferiori a 25 euro (dal prossimo anno il tetto passerà a 50 euro, come previsto dalla Legge).

Sisal Pay è nominativa ed è dotata di IBAN, questa caratteristica permette di ricevere l’accredito dello stipendio o della pensione e di fare e ricevere bonifici o pagare F24. Le altre funzioni di questo prodotto sono:

  • pagamenti online e in negozio

  • ricariche tramite app o nei punti vendita convenzionati

  • prelievi da ATM che accettano le carte Mastercard

Nel mese di Dicembre 2020 la società ha avvisato gli utenti che non sarà possibile effettuare bonifici o riceverli per un aggiornamento tecnico.

Per quanto riguarda il saldo di queste carte, si può controllare la lista dei movimenti e il credito residuo collegandosi al proprio profilo su app o sito. Una volta attivata la carta sarà possibile effettuare ricariche in tempo reale dai punti vendita che espongono il logo Sisal Pay se si vuole fare l’operazione in contanti o con le carte.

Ricaricare la carta, ecco come fare

Ad ogni Sisal Pay viene associato un ID Carta, si tratta di un codice univoco che identifica solo quella particolare carta. In fase di ricarica il cliente comunica all’esercente questo codice in modo da non dover fornire in pubblico i propri dati personali o quelli della carta. L’ID si trova sul retro della carta ed è una specie di codice a barra.

La Sisal Pay può essere ricaricata anche con il servizio T-ricarica. Questa funzione è abilitata solo per le prepagate con IBAN. Per effettuare questa operazione il cliente dovrà collegarsi al sito, compilare il form online, al termine del primo passaggio il sistema genererà un QR Code.

Per terminare il procedimento si dovrà poi presentare il codice in un punto vendita convenzionato. L’esercente richiederà anche il documento di identità e la tessera sanitaria. Ogni ricarica costa 1,50 euro e sarà accreditata il giorno successivo a quello in cui viene operata.

Acquisti online e app

Come ogni prepagata con codice di sicurezza e 3D Secure, anche la carta Sisal può essere usata sulle piattaforme online e nei negozi. Per poter completare le operazioni d’acquisto telematico sarà necessario ricevere un sms di conferma. Quando si fanno compere online quindi si dovrà avere il cellulare a portata di mano.

Per controllare gli addebiti e gli accrediti associati alla propria Sisal Pay si dovrà utilizzare l’app Mooney o collegarsi al profilo personale sull’omonimo sito. Quando si attiva la carta l’utente riceve anche le credenziali per il primo accesso all’applicazione (o al sito). Password e user saranno inviati tramite sms. Gli accessi successivi al primo richiederanno l’inserimento della password, scelta dall’utente, e l’OTP, cioè un codice temporaneo viene inviato di volta in volta tramite messaggio.

Quando si ricevono o si effettuano bonifici, a parte quelli istanei, possono passare diversi giorni prima che la somma risulti sul conto. Con questi prodotti i tempi per l’accredito e per l’addebito delle somme possono arrivare fino a 3 giorni dopo l’esecuzione del versamento.

Blocco carta, la procedura con app o via telefono

Le carte di questo tipo possono essere bloccate in modo rapido. La procedura da seguire prevede che il cliente apra il sito Mooney o l’app e si colleghi alla sezione Carta Sisal. Una volta effettuato l’accesso apparirà il menu La mia carta, cliccandoci appariranno una serie di altre voci tra le quali si trova Opzioni. Non resterà poi che selezionare Blocca carta.

Con questo servizio la carta fisica non sarà più utilizzabile, il cliente potrà però continuare a gestire i propri risparmi e tutte le operazioni di accredito o addebito proseguiranno. L’utente potrà utilizzare il sito o l’app per controllare ogni movimento e fare ricariche e sarà generata una nuova carta.

Per un blocco totale della carta si dovrà chiamare il numero verde: 800.005.005 o il +39.02.39.99.7803. Gli addetti risponderanno dal lunedì al sabato dalle 9 alle 20, al di fuori da questi orari una segreteria automatica spiegherà come bloccare le carte autonomamente agli utenti.

Se si blocca la carta temendo un furto o di averla smarrita ma si ritrova è possibile sbloccarla in pochi minuti. Chi ha operato il blocco tramite app o sito potrà procedere da solo anche a questa operazione di riattivazione. Se è stata contattata l’Assistenza clienti invece si dovrà richiamare il centralino e chiedere aiuto ad un operatore.

I centralini potranno inoltre essere utilizzati per comunicare modifiche dei propri dati personali o del numero di telefono a cui essere contattati. In caso di scadenza di un documento o qualora ci si trasferisse si potrà comunicare il cambio di indirizzo o i nuovi estremi della carta all’800.005.005 o al +39.02.39.99.7803.

I costi di prelievi e bonifici

Per quel che riguarda i costi di gestione e quelli operativi proposti a chi attiva questa carta, ecco quali sono al momento le spese delle carte Sisal Pay. Il canone annuo di questi prodotti è pari a 5 euro.

Il plafond massimo che potrete avere su una Sisal Pay è di 20 mila euro. Gli importi massimi che possono essere ricaricati nei punti vendita sono 3 mila euro in un giorno, alla settimana si potrà accreditare sulla carta fino a 15 mila euro e in un mese 20 mila. In un anno un cliente non potrà superare i 50 mila euro come importi ricaricati.

Per poter prelevare in Italia l’utente spenderà 1 euro per ogni operazione, la commissione raddoppierà se si ritirano contanti all’estero. Al di fuori dell’area UE la spese per ogni prelievo o spesa sarà pari all’1,10% dell’importo prelevato.

La carta con IBAN comporta una spesa fissa, chi ha un conto corrente in Italia deve pagare un’imposta di bollo. Alle carte di debito non viene applicata questa tassa, ma le carte con IBAN sono degli ibridi. Nel caso delle Sisal Pay è prevista un’imposta di bollo di 2 euro se la giacenza media a fine anno è superiore a 77,47 euro.

Come recuperare il PIN e altre info utili

Per chi dimentica il PIN è possibile recuperarlo collegandosi al proprio profilo tramite sito o app. Nella sezione Opzioni si trova il menu Mostra PIN. In questa pagina sarà possibile visualizzare il codice di sicurezza, prima però sarà richiesto un OTP.

Sempre tramite i dispositivi digitali l’utente potrà modificare i limiti della carta. Il cliente potrà cambiare le soglie relative ai prelievi dagli sportelli automatici e quelli dei pagamenti in negozio oppure negli store online. Per fare queste modifiche si deve accedere a Carta Sisal e poi alla sezione Impostazioni e Limiti.

Anche se con le carte Sisal non si può abilitare la domiciliazione delle utenze, questi prodotti forniscono altri servizi. Ad esempio, sarà possibile associare la carta ad un conto Pay Pal e anche collegarla ad un conto di gioco online. Dato che è una carta con IBAN sarà anche possibile ricevere i bonifici per le vincite realizzate sulle piattaforme di gaming.

Le carte prepagate con IBAN Sisal Pay non possono essere usate come prodotti aziendali, sono per uso personale. Sono prodotti Mastercard che devono essere utilizzate solo dall’intestatario del prodotto, come ogni carta personale. Come abbiamo visto, si tratta di carta protette dal sistema 3D Secure e che forniscono il sistema di doppia autenticazione per aumentare il grado di sicurezza degli acquisti online.

Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Reset Password