iliade quale edizione

[ad_1]

Ti spiego le differenze tra le edizioni principali, poi sarai tu a scegliere.

La traduzione italiana piú bella e curata è quella di Vincenzo Monti, di inizio ‘800. Se ne trovano edizioni moderne con commento, come ad esempio questa: Iliade, V. Monti, A. Romano

ma il testo originale è ormai libero e anche consultabile gratuitamente in Rete: Iliade (Monti) – Wikisource

Questa scelta è consigliabile per chi non conosca il greco e voglia leggere una bella traduzione italiana. Secondo alcuni, questa traduzione poetica “snaturerebbe” l’originale, ma questo è inevitabile per qualsiasi traduzione, quindi a mio parere è meglio optare per una traduzione d’autore piuttosto che per una scialba traduzione interlineare.

Se però masticate il greco e, dunque, potete godervi il testo originale (non “snaturato”), mentre la traduzione vi serve soltanto come sostegno, conviene invece scegliere una di queste traduzioni quasi “parola per parola”, con testo greco a fronte.

La prima traduzione in italiano di questo genere, e dunque anche la piú importante dal punto di vista storico, è quella di Rosa Calzecchi Onesti (voluta da Pavese) del 1950: Iliade. Testo greco a fronte, R. Calzecchi Onesti

.

Siccome io necessitavo proprio di un’edizione di questo tipo, ho confrontato le varie edizioni oggi disponibili, ad esempio comparando diverse traduzioni di uno stesso passo, e alla fine ho scelto l’edizione Marsilio curata da Maria Grazia Ciani: Iliade. Testo greco a fronte, M. G. Ciani.

Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Enable registration in settings - general