impianto hi fi e home theatre

[ad_1]

Anni fa, quando ho iniziato a cercare i primi altoparlanti per il mio impianto, mi sono sempre chiesto quale fosse la differenza tra un sistema “hi-fi” e un sistema “home theater”.

Potrebbe sembrare che non ci sia molta differenza, ma per gli audiofili e gli appassionati di film, in realtà la differenza è abbastanza grande!

Allora, qual è la differenza tra hi-fi e home theater? Un home theatre è semplicemente una serie di altoparlanti attorno a una TV o un proiettore, in modo che una stanza della tua casa imiti la sensazione di essere in un cinema. L’hi-fi, o alta fedeltà, è destinato a focalizzare maggiormente la precisione del suono.

In altre parole, l’alta fedeltà è un tentativo di ricreare l’audio esattamente come suonerebbe nello studio di registrazione.

Scegliere tra un sistema home theatre e un impianto hi-fi dipenderà molto dall’utilizzo che ne farai.

Inoltre, il percorso audio scelto richiederà diversi tipi di apparecchiature e configurazioni. I film hanno una gamma complessa e dinamica di suoni a seconda della scena, quindi mantenere il pubblico immerso è molto importante.

Per ottenere un effetto audio surround 3D, la disposizione dei diffusori dovrà essere ottimizzata con un ricevitore. Infatti, tutti i cavi che collegano gli altoparlanti e il display passano anche attraverso il ricevitore.

Tuttavia, quando si ascolta semplicemente la musica, è molto più importante che i suoni emessi dagli altoparlanti siano esattamente come intendono i musicisti, ed è qui che entrano in gioco i sistemi hi-fi.

Gli altoparlanti hi-fi vengono generalmente instradati attraverso un amplificatore.

Sistema Hi-Fi VS Sistema Home Theater

Ci sono alcune differenze piuttosto grandi tra i sistemi hi-fi e home theater. I loro componenti, configurazioni e usi principali possono variare notevolmente. Dipende tutto dall’utilizzo che ne vuoi fare.

Che cos’è un sistema Hi-Fi?

Con un sistema hi-fi, il tuo obiettivo principale è ricevere una riproduzione quasi perfetta di una registrazione audio. I sistemi hi-fi richiedono principalmente una disposizione 2.0 sotto forma di due altoparlanti posti sui lati opposti.

Questa configurazione viene anche definita disposizione stereo. Un buon sistema stereo avrà una risposta in frequenza di grandi dimensioni, il che significa che può produrre accuratamente suoni da frequenze molto basse a frequenze molto alte all’interno della gamma dell’udito umano.

Entrambi gli altoparlanti stereo sono collegati a un amplificatore.

Un amplificatore è come un ricevitore ma contiene meno funzioni; i suoi scopi principali sono amplificare un segnale dal dispositivo di input ai diffusori e alimentare i diffusori.

Per un sistema hi-fi, i dispositivi utilizzati sono lettori musicali, come MP3, CD, lettori di cassette e talvolta Bluetooth. I sistemi Hi-Fi sono generalmente utilizzati dagli audiofili. Oppure qualcuno che ha la qualità del suono come focus principale.

La definizione del dizionario di un audiofilo è in realtà “un appassionato di hi-fi”.

Che cos’è un sistema Home Theater? Perché dovresti usarne uno su un sistema Hi-Fi?

Se il tuo obiettivo principale è quello di goderti i film al massimo effetto, allora dovresti concentrarti sull’acquisizione del sistema home theater giusto.

Un buon sistema home theater avrà una gamma completa di altoparlanti, che include un subwoofer, centrale, anteriore sinistro, anteriore destro e altoparlanti posteriori.

Tutti gli altoparlanti e il subwoofer sono collegati al ricevitore. Come minimo, il tuo sistema home theater dovrebbe contenere una disposizione 5.1, il che significa che hai cinque altoparlanti e un subwoofer.

A seconda delle dimensioni della sala del teatro e del budget, puoi anche fare un accordo 7.1 o addirittura 9.2.

I film offrono una grande varietà di informazioni audio che vanno dagli effetti sonori, alla voce e alla colonna sonora del film stesso. Tutti gli altoparlanti in una disposizione home theater devono lavorare in armonia per fornire i suoni giusti agli altoparlanti giusti.

Ecco perché è importante calibrare il sistema.

I suoni a bassa frequenza verranno indirizzati verso i subwoofer, i dialoghi con l’altoparlante centrale, le colonne sonore musicali verso gli altoparlanti anteriori destro e sinistro e gli effetti di fondo verso gli altoparlanti posteriori.

Questo tipo di impostazione dell’audio surround consente di immergere l’ascoltatore nel contenuto che sta guardando.

Un sistema hi-fi in genere non è in grado di creare la stessa sensazione, a meno che non si disponga di altoparlanti disposti in modo simile in tutta la stanza.

Quanto costano i sistemi Hi-Fi e home theater?

Il costo di un impianto hi-fi o home theater dipenderà da molti fattori tra cui la qualità e il numero di dispositivi desiderati. Ad esempio, i sistemi home theatre richiedono più altoparlanti, al contrario di un sistema hi-fi che richiede generalmente una buona coppia di altoparlanti stereo.

I cinema di casa richiedono anche un’unità di visualizzazione e, a seconda delle dimensioni e della qualità della TV o del proiettore, potresti spendere ovunque da poche centinaia a qualche migliaio di euro.

I sistemi home theater richiedono anche un ricevitore A/V (audio / video) mentre un sistema hi-fi necessita almeno di un amplificatore. Un ricevitore A/V di fascia alta potrebbe arrivare anche a circa mille euro, ma in media puoi ottenere un ricevitore abbastanza decente per circa 500€-700€.

Gli amplificatori di fascia alta, d’altra parte, hanno circa lo stesso costo di un ricevitore medio. Dai un’occhiata alla nostra analisi approfondita della differenza tra ricevitori e amplificatori (questo potrebbe essere davvero utile se sei confuso sulle loro differenze).

Uno dei maggiori fattori di costo alla base delle configurazioni hi-fi saranno i dispositivi di input. La musica può essere riprodotta attraverso diverse fonti, come lettori CD, lettori di cassette, lettori di dischi e lettori MP3.

Alcuni audiofili cercheranno di trovare le migliori versioni di tutti i componenti, e questo potrebbe far lievitare il conto finali a svariate migliaia di euro.

Supponendo che tu sia l’acquirente occasionale che desidera solo un sistema home theater o hi-fi di medio-buona qualità, ecco alcuni esempi di configurazioni complete.

Sistema home theater medio di alta qualità

Generalmente in un sistema home theater, avrai un televisore o un proiettore e uno schermo. È raro che le persone installino entrambi, ma l’ho già visto prima e può essere molto pratico.

  • TV: TV Samsung Ultra HD 4K da 65 pollici: (su Amazon)
  • oppure proiettore + schermo: proiettore Optoma 1080p (su Amazon) + prodotti Silver Ticket 100″ Schermo per proiettore a cornice fissa 16: 9 (su Amazon)
  • Altoparlanti: Sistema di altoparlanti audio surround Klipsch 5.1: (su Amazon)
  • Ricevitore: Ricevitore A / V di rete 7.2 canali Onkyo TX-RZ820 (su Amazon)
  • Lettore Blu-Ray e / o Dispositivo di streaming: 100€-300€ (i nostri dispositivi multimediali consigliati)

Totale stimato * = 2200€- 2500€

Sistema di altoparlanti Hi-Fi medi di Alta Qualità

  • Altoparlanti: Coppia di altoparlanti Hi-Fi SVS Prime Tower: (su Amazon)
  • Amplificatore: Audio Hi-Fi Yamaha Component Receiver / Amp: (su Amazon)
  • Lettore CD: TEAC CD-P650 (su Amazon)
  • Lettore CD: Lettore di dischi di alta qualità: 300€ (opzionale)
  • Lettore di cassette di alta qualità: 150€

Totale stimato * = 2,500€

Quindi in base a questi stimati prezzi puoi vedere come sarebbe possibile costruire un ottimo impianto hi-fi o home theater a prezzi molto simili.

Ovviamente, in base alle singole scelte i prezzi possono facilmente lievitare ma allo stesso tempo possono anche abbassarsi di molto se si opta per attrezzature di qualità inferiore. Personalmente io preferisco fare un buon investimento e scegliere attrezzature di qualità superiore, perché tendono a durare per molti anni e nono ti danno mai problemi.

Un buon sistema Home Theater può ancora riprodurre audio di qualità H-Fi?

Si può notare che un sistema home theater contiene essenzialmente tutti i componenti di un sistema hi-fi e altro. Quindi è possibile ottenere un’esperienza audio ad alta fedeltà attraverso una configurazione home theater?

Per gli appassionato medi di film e di musica, potrebbe non esserci molta differenza tra la riproduzione da un sistema home theater e un sistema hi-fi.

Ma per il consumatore con gusti di qualità audio più sviluppati, ci sono alcuni piccoli sacrifici da affrontare per raggiungere la qualità di suono desiderata.

In che modo gli altoparlanti Hi-Fi sono diversi dagli altoparlanti tradizionali?

I componenti più importanti di un sistema hi-fi sono gli altoparlanti stereo. Gli altoparlanti Hi-Fi sono progettati per gestire tutte le possibili gamme di frequenza della musica.

Il fatto che gli altoparlanti hi-fi debbano gestire tutte le frequenze è il motivo per cui spesso non è necessario un subwoofer nei tradizionali sistemi hi-fi 2.0.

Quindi, se decidi di utilizzare un paio di altoparlanti hi-fi come altoparlanti laterali nella disposizione del tuo home theater, potresti creare delle sovrapposizioni nella distribuzione del suono verso ciascun altoparlante e subwoofer.

Puoi anche scegliere di non utilizzare affatto un subwoofer e lasciare che i tuoi altoparlanti hi-fi gestiscano le basse frequenze, ma potresti perdere alcuni degli effetti speciali a bassa frequenza in alcuni film.

L’altro componente importante di un sistema hi-fi è l’amplificatore. L’amplificatore sarà ottimizzato specificamente per instradare la giusta quantità di potenza ai tuoi altoparlanti stereo.

Un ricevitore A/V contiene un amplificatore, ma quell’amplificatore dovrà alimentare simultaneamente molti dispositivi diversi, il che significa che i tuoi altoparlanti stereo hi-fi non avrebbero la potenza di cui hanno bisogno per fornire un suono ottimale.

Puoi avere un buon sistema Hi-Fi e Home Theater allo stesso tempo?

Per coloro che fanno fatica ad accontentarsi, potrebbe essere desiderabile avere sia un sistema hi-fi che un sistema home theater in una configurazione.

Tecnicamente questo è possibile, anche se è difficile.

Per avere un buon sistema hi-fi e home theater allo stesso tempo avrai bisogno delle seguenti cose:

  • Un ricevitore home theater e un amplificatore stereo.
  • Dovrai configurare il sistema in modo che i tuoi altoparlanti stereo frontali passino attraverso l’amplificatore stereo e il resto degli altoparlanti attraverso il ricevitore A/V.
  • Assicurati che il ricevitore home theater che acquisti abbia pre-uscite che ti consentano di collegare l’amplificatore stereo al suo interno utilizzando cavi speciali chiamati interconnessioni analogiche.
  • Assicurati che l’amplificatore stereo abbia un ingresso AV per bypassare il suo controllo del volume.L’obiettivo finale è quello di averlo in modo che tutto il volume sia controllato dal ricevitore home theater e di essere ancora in grado di collegare i dispositivi di input musicali e gli altoparlanti hi-fi stereo anteriori nell’amplificatore.

In generale, avere sia un sistema hi-fi che un sistema home theater in uno è prevedibilmente molto più costoso dell’uno o dell’altro! Può anche essere estremamente complicato da configurare correttamente.

Domande Frequenti

Qual è la differenza tra il suono surround 2.1 e 5.1?

Il primo numero rappresenta il numero di altoparlanti normali, mentre il secondo numero rappresenta il numero di sub-woofer in un sistema audio. In un sistema 5.1, ci sono 3 altoparlanti anteriori, 2 altoparlanti posteriori e un sub-woofer.

In un sistema 2.1, ci sono 2 altoparlanti anteriori e un sub-woofer. Questa è in realtà una domanda molto comune per le persone che si stanno solo interessando ai home theater e alle configurazioni audio.

Ecco l’articolo che ho dedicato esclusivamente alle differenze tra i sistemi audio surround 2.1 e 5.1.

Qual è la migliore fonte di dispositivi audio?

È stato a lungo dibattuto tra gli audiofili quale sia il miglior formato musicale.

Il consenso generale è che tra i formati di vinile, CD, digitale e cassetta, la scelta della migliore dipende principalmente dalle preferenze personali.

Ciò a cui si riduce spesso è il modo in cui la musica viene masterizzata, che è fondamentalmente il processo di finalizzazione di un disco per la riproduzione su molti tipi di altoparlanti e dispositivi.

Alcuni artisti, a seconda delle loro preferenze personali, possono scegliere di masterizzare un disco appositamente per il vinile. Quindi, se sei a conoscenza del formato specifico per cui è stato masterizzato un disco, puoi scegliere di acquistarlo e riprodurlo sul dispositivo appropriato.

La maggior parte degli artisti padroneggia la propria musica in un modo più generale, pensato per la stessa qualità di riproduzione, indipendentemente dal dispositivo audio che si sceglie di riprodurre.

Questo è il motivo per cui molti audiofili tendono ad acquistare tutte le possibili fonti di dispositivi audio in modo che possano facilmente scegliere da quale dispositivo riprodurre in base alla comodità e alle preferenze quotidiane.

Esistono buone Soundbar per sistemi Hi-Fi o Home Theater?

Le soundbar agiscono essenzialmente come diffusori centrali e laterali e si adattano perfettamente alla TV. Negli ultimi anni, le soundbar sono diventate molto popolari grazie alle loro qualità salvaspazio e facilità di installazione.

Alcune soundbar tentano addirittura di imitare le disposizioni del suono surround 5.1.

Quindi, potresti chiederti se ci sono soundbar che adatte ad un sistema hi-fi o home theater. Per quanto riguarda le configurazioni dell’home theater, il problema con le soundbar è che sacrificheresti una vera esperienza 3D offerta dagli altoparlanti laterali distanziati e dagli altoparlanti posteriori. Lo stesso vale per i sistemi ad alta fedeltà: avere due altoparlanti separati l’uno dall’altro creerà un palcoscenico più ampio.

In entrambi i casi, le soundbar sono utilizzate principalmente per comodità e non per raggiungere picchi alti di qualità del suono.

Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Enable registration in settings - general