in che modo si possono fare gli asparagi

[ad_1]

Esistono molte varietà di asparagi, che si differenziano per i colori e sapori, tra queste troviamo gli asparagi bianchi. A differenza dei classici asparagi verdi, dal sapore leggermente amaragnolo, gli asparagi bianchi hanno un gusto delicato, al punto da poter essere consumati crudi. Il loro caratteristico colore è dovuto al fatto che vengono coltivati sotto terra, privati della luce del sole. Nel nostro Bel Paese vengono coltivati al Nord, soprattutto in Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Pulire gli asparagi bianchi è molto semplice, basta solo tagliare la base di qualche centimetro e pelare il gambo con un pelapatate. Le parti pelate possono essere cotte in abbondante acqua salata che, dopo essere stata filtrata, potrà diventare una buona base per minestre e ricette di altro tipo.

Potete scegliere di cuocerli al vapore o di lessarli per massimo una ventina di minuti, in base alle dimensioni e ai vostri gusti. Legateli a mazzetto e fate in modo che solo la base sia a contatto con l’acqua bollente, poiché è più dura. Potrete poi mangiarli ripassati in padella, gratinati al forno, nell’insalata o per farcire una torta salata.

La cottura al vapore è ideale per questo genere di alimenti freschi, che conservano intatto il loro sapore e sono pronti per realizzare piatti gustosi.

Questi vegetali sono molto versatili, quindi potrete impiegarli anche per condire la pasta, preparare zuppe e minestre. Il loro sapore delicato li rende adatti anche per accompagnare secondi piatti, sia di carne che di pesce.

Trovano largo impiego soprattutto nella cucina del Nord Italia e anche in quella d’oltralpe, come quella francese, olandese e tedesca.

Le ricette per asparagi sono tante e si prestano a numerose varianti. Questi ortaggi, infatti, sono buonissimi sia crudi, in fresche insalate, che cotti, ad esempio nel risotto.

Un’insalata molto gustosa e facile da preparare che vi consigliamo è: trota affumicata e asparagi bianchi. Per preparare questa insalata dedicatevi in primo luogo agli asparagi. Iniziate con il lavarli accuratamente, una volta eliminata la parte finale, quella più coriacea, tagliate in modo molto sottile la parte restante.

Via via che tagliate gli asparagi riponeteli in una ciotola con acqua e ghiaccio. Quando avrete finito scolateli e asciugateli su un panno da cucina pulito oppure sulla carta da cucina. A parte, preparate il condimento: emulsionate del succo di limone con due/tre cucchiai di olio extravergine d’oliva.

Una volta che avrà raggiunto la giusta consistenza unite gli asparagi alla trota precedentemente tagliata a striscioline e la vostra insalata è pronta da gustare. Se volete arricchirla potete aggiungere dell’insalata iceberg o anche del pepe e del prezzemolo e il gioco è fatto!

Provate a preparare un risotto con asparagi bianchi e mascarpone. Cominciate portando a bollore almeno un litro di brodo vegetale. Dedicatevi poi alla crema: pulite gli asparagi e lessateli per una ventina di minuti in una pentola alta e stretta.

Quando saranno cotti, tagliate le punte e tenetele da parte; i gambi, invece vanno ridotti a tocchetti. Fate imbiondire mezza cipolla in un po’ di olio extravergine d’oliva, aggiungete i gambi e, dopo pochi minuti, un mestolo di brodo. Lasciate cuocere fin quando l’acqua non sarà evaporata e, a questo punto, aggiungete il mascarpone, che dovrà sciogliersi. Frullate il tutto con un mixer da cucina e tenete da parte.

In un tegame abbastanza largo fate dorare l’altra mezza cipolla tritata, aggiungete il riso e lasciatelo tostare per qualche minuto. Sfumate con del vino bianco e aggiungete un po’ di brodo. Proseguite la cottura mescolando spesso e aggiungendo gradualmente il brodo. Quando il riso sarà quasi pronto, aggiungete la crema, il sale, il pepe, un po’ di parmigiano e una noce di burro. Fate amalgamare bene gli ingredienti e lasciate riposare per un po’, a fiamma spenta. Servite accompagnando con le punte di asparagi.

Un altro procedimento facile e veloce che vi stupirà è sicuramente il pesto di asparagi bianchi. Iniziate la ricetta con la bollitura della verdura. Quando saranno cotti, separate i gambi dalle punte. Tagliate a tocchetti i gambi e utilizzate un mixer dove aggiungerete il grana, il pecorino, i pinoli, il sale e il pepe.

Frullate tutti gli ingredienti fino a quando non avranno raggiunto la giusta consistenza, se il pesto risulta troppo denso potete aggiungere un po’ d’acqua di cottura. In una padella con un filo d’olio andranno saltati in padella per pochi minuti le punte. Una volta che si saranno insaporite toglietele e versate il pesto.

Quando anche la pasta avrà raggiunto la giusta cottura, unitela a tutti gli elementi del condimento (sia il pesto che le punte) e insaporite con del parmigiano. Con un semplice procedimento il risultato è garantito: servite a tavola il vostro pesto agli asparagi bianchi!

Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo