in quale unità di misura si esprime il corpo del carattere

[ad_1]

La principale unità di misura utilizzata oggi in tipografia è comunque il punto (point), abbreviato come pt, che viene chiamato anche punto elettronico o punto PostScript. Il pt ha assunto varie misure a seconda delle epoche e dei luoghi, fino al sopraggiungere delle tecnologie digitali: ad oggi 1 pt corrisponde ad 1/72 di pollice, ovvero a 0,35278 mm.

Le unità di misura, forniscono indicazioni su elementi molto diversi fra loro. Come il corpo del testo, la suddivisione della pagina e dei formati. Nei processi tipografici si utilizzano due unità di misura: assolute e relative.

Unità di misura assolute: esprimono valori fissi e invariabili. Il millimetro per esempio, corrisponde a un incremento esattamente definito all’interno di un centimetro. Come le misure tipografiche fondamentali: il punto tipografico (pt) e il pica sono formulate mediante valori fissi come per esempio: 48pt.

Unità di misura relative: Sono diverse misure tipografiche, come la spaziatura tra le lettere, sono collegate alla grandezza del corpo carattere e la loro dimensione è definita da questo rapporto reciproco ed è quindi una misura relativa.

Punto tipografico

Trattino lungo, medio e d’unione

Il trattino medio (en) equivale alla metà di un trattino lungo (em). Mentre il tratto d’unione (lineetta) corrisponde a un terzo del trattino em e è quindi più piccolo di un trattino en.

Le sue dimensioni dipendono dal corpo del carattere. Il trattino medio viene utilizzato per delimitare l’inciso. Quello d’unione può significare “fino a” (18-19), o nelle parole composte (italo-egiziano). I trattini em s’impiegano anche per segnalare una pausa nel discorso.

Lo spazio em: detto anche quadrato o quadrone. È una misura relativa che si usa per definire alcune funzioni fondamentali di spaziatura del testo. La sua spaziature dipende dal corpo che si sta utilizzando (a corpo 72 = spazio em 72punti). E si usa per misurare i rientri o le spaziature tra paragrafi.

Lo spazio en: detto anche quadratino o mezzo. È un’unità di misura relativa che equivale alla metà di em (a corpo 72 = spazio en 36punti).

Il tipometro

Il tipometro è uno strumento utilizzato per la misurazione del corpo e della giustezza dei caratteri in tipografia. La giustezza, vale a dire la lunghezza delle linee di caratteri, si misura sulla riga graduata del corpo 12, mentre l’altezza della composizione si misura sulle righe graduate appositamente per ciascun corpo, generalmente dal corpo 6 al 12; per i corpi più grandi se ne calcolano i multipli.

Tipometro

Il pica

Detto anche riga tipografica o cicero, equivale a 12punti e si usa soprattutto nel mondo anglosassone come unità di misura. Un pollice (24,4millimetri) contiene 6 pica. Il nome deriva da un libro liturgico della chiesa inglese nel medioevo chiamato pica. In ambito informatico è attualmente considerata equivalente a: ¹⁄₆ pollice, ¹⁄₇₂ piede, 12 punti e 4,233 millimetri.

Esempio di grandezza tra Pica e Punto Tipografico

Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Enable registration in settings - general