olivo quale scegliere

[ad_1]

Chi lavora nel settore sa bene che esistono numerose varietà di piante di olivo da olio e che ognuna di queste varietà è adatta ad un terreno diverso e ad un microclima particolare; saprà anche che ogni varietà di olivo ha caratteristiche peculiari, è più o meno resistente, produttiva, forte e produce frutti dal sapore e dal profumo unico.

Anche le tipologie di coltivazione richiedono piante di olivo che si adattino bene ai diversi metodi produttivi: ad esempio non è detto che la varietà che da sempre funziona per l’olivicoltura tradizionale risponda altrettanto bene in un impianto oliveto superintensivo. Conoscere le caratteristiche di ogni varietà di olivo, sapere come può reagire ad un raccolto meccanizzato e ad un’olivicoltura ad alta densità è fondamentale per evitare di sprecare tempo e risorse. In questo articolo parleremo delle piante di olivo da olio che, secondo numerosi studi condotti da Livita+, sono le migliori per essere impiegate in un oliveto ad alta densità.

Migliori piante di olivo da olio per un oliveto superintensivo

Livita+ ha eseguito rigorosi test agro-scientifici prima di selezionare le varietà di olivo più adatte al sistema di coltivazione ad alta densità: tutte queste piante di olivo da olio hanno un’ottima resistenza al freddo, maturano in modo uniforme e rispondono bene alla produzione continua richiesta dall’olivicoltura superintensiva. Ecco quali sono le 6 cultivar selezionate.

Arbequina

Originaria della Catalogna, è una varietà di olivo molto diffusa in Spagna: assicura un’ottima resa, è particolarmente resistente al freddo e ha una lunga durata nel tempo.

Arbosana

Produttività elevata e costante, vigore ridotto ed entrata in produzione precoce rendono questa pianta di olivo perfetta per un oliveto ad alta densità. Produce un olio dalle eccellenti qualità organolettiche.

Koroneiki

Arriva dalla Grecia ed ha una produttività molto alta, con un rendimento grasso del 20% circa e una qualità dell’olio eccezionale. È una varietà di olivo che dura nel tempo e che resiste alla siccità.

Maurino

Il Maurino è una delle piante di olivo da olio italiane migliori per l’olivicoltura ad alta densità. Tipica della Toscana, ha una fioritura precoce e regala un olio di ottima qualità, dolce e tendenzialmente fruttato.

Leccio del Corno

Anche questa varietà di olivo è toscana, originaria di San Casciano Val di Pesa, e anche questa è ottima per la produzione di un oliveto ad alta densità: ha un elevato vigore e resiste alle basse temperature.

Piantone di Mogliano

Con una bassa vigoria e un portamento contenuto, questa pianta di olivo tipica della zona di Macerata è perfetta per gli oliveti ad alta resa. Produce frutti grandi, ideali sia per l’estrazione dell’olio che per il consumo diretto.

Buccelletti, nei suoi impianti, ha scelto di coltivare esclusivamente varietà italiane, oppure straniere interamente allevate in Italia. Inoltre, da più di 5 anni, ha intrapreso un programma di ricerca che ha come funzionalità il miglioramento genetico delle varietà italiane. Non appena portato a termine, sarà ancora più facile implementare l’olivicoltura ad alta densità in Italia mantenendo la nostra tradizione nella coltivazione dell’olivo.

Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Enable registration in settings - general