per quale motivo si ha lo sbiancamento dei coralli

[ad_1]

C’è una piccola eccezione: forse non tutti sanno che proprio al largo di Monopoli, in Puglia, è stata scoperta nel 2019 la prima barriera corallina del Mar Mediterraneo. Questa barriera corallina, scoperta dai ricercatori dell’università di Bari, supera i 2km di estensione, ed è una peculiarità naturalistica mai stata studiata prima d’ora, anche se ha notevoli differenze con i reef tropicali. 

La barriera corallina pugliese è stata definita una “biostruttura”, una struttura vivente fatta da un insieme di blocchi di coralli, legati tra loro, con grotte e anfratti ricchi di vita e biodiversità. La peculiarità di questa barriera corallina è la sua posizione in profondità: le barriere tropicali si trovano solitamente in superficie, quasi a filo d’acqua, e per questo ricevono la luce fondamentale per creare la simbiosi con le alghe;  nella barriera pugliese, invece, si trova a una profondità di oltre 30 metri, e i coralli ricevono meno luce.

Proprio questa profondità rende impossibile la presenza delle alghe, ed è questo il fattore di unicità: la barriera corallina pugliese è l’unica, insieme ad un’altra barriera nel Mar Rosso, a costruire una struttura così lunga e imponente senza la presenza delle microalghe. Ciononostante è un interessante fulcro di biodiversità, purtroppo a rischio a causa del surriscaldamento delle acque.

Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Enable registration in settings - general