quale ibrida acquistare


Volete cambiare auto e siete indecisi su quale auto ibrida nuova scegliere? Quali sono le auto ibride migliori? Scopriamolo in questo articolo in cui è racchiusa la top 10 delle auto ibride 2020.

1. Toyota Yaris Hybrid

La prima delle top 10 è l’ibrida più venduta in Italia, la Toyota Yaris Hybrid ed è anche una delle più interessanti sul mercato. Due i motori, entrambi a tre cilindri: il noto 1.0 benzina con cambio manuale da circa 70-75 CV e un 1.5 a ciclo Atkinson con fasatura variabile e cambio E-Cvt. Il powertrain ibrido è stato rivisto completamente nel layout: la batteria (sempre sotto il divano posteriore) è più capiente, ha gli stessi ingombri di prima e pesa il 20% in meno, mentre la potenza complessiva del sistema aumenta a 115 CV.

Non manca la modalità Ev, per percorrere in elettrico circa 4-5 km. Adesso la Yaris Hybrid può marciare a zero emissioni anche a 130 km/h ed è aumentato l’apporto dell’elettrico in accelerazione. La garanzia Toyota Hybrid Service ha una durata di un anno o di 15.000 km e può essere rinnovata fino al decimo anno dalla prima immatricolazione o a 250.000 km (a seconda di quale evento si verifichi per primo).

2. Toyota C-HR Hybrid

La nuova Toyota C-HR 2020 è un crossover venduto in grandi quantità e degno di nota per il motore ibrido particolarmente efficiente. Rivista nello stile a tre anni dal debutto: non cambiano le forme ispirate alle coupé, con il tetto spiovente verso la parte posteriore, ma si aggiornano fari e fanali, la parte bassa del fascione è in tinta con la carrozzeria e cambiano mascherina e prese d’aria.

Il sistema multimediale, basato su uno schermo tattile di 8”, è dotato delle funzionalità Android Auto e Apple CarPlay. La rinnovata C-HR è disponibile con un nuovo sistema ibrido basato su un motore a benzina 2.0, per una potenza complessiva di 184 CV. Si affianca al noto ibrido con 122 CV basato sul motore 1.8, che è stato leggermente modificato.

3.   Mini Countryman Cooper S E

Proseguendo con la top 10 troviamo la Mini Countryman Cooper S E che ha un motore da 224 CV composto da un 1.5 benzina + elettrico. Con l’aggiunta del pacco batterie, sfiora i 1.900 kg. Il vantaggio della Countryman S E è quello di poter ricaricare la batteria tramite la presa di corrente per poter percorrere 42 Km in elettrico. Il tempo di accelerazione dichiarato è notevole: lo 0-100 Km/h in 6,9 è molto interessante.

Le batterie sono stivate sotto il divanetto posteriore e hanno la capacità di 7,6 kWh. Il motore a benzina muove le ruote anteriori mentre quello elettrico aziona quelle posteriori garantendo così la presenza della trazione integrale. Grande qualità per gli interni della Mini Countryman Cooper S E che, come da tradizione, garantiscono elevati livelli di cura al dettaglio.

4. Suzuki Swift

La Swift si può avere con il 1.0 turbo 3 cilindri e il 1.2 4 cilindri (anche 4×4). Se si guarda soltanto ai consumi, la convenienza economica è lontana ma vanno aggiunte le eventuali agevolazioni sulla tassa di proprietà e la possibilità di entrare in alcune zone a traffico limitato.

Considerazioni economiche a parte, la Swift ibrida è un’auto tutta nuova e molto gradevole da guidare, con una dotazione completa di tutto (anche di sistemi elettronici utili per il confort e la sicurezza). Il prezzo della Suzuki Swift Hybrid parte da poco meno di 18 mila euro di listino.

5. BMW Serie 2 Active Tourer

La Serie 2 Active Tourer 225xe 2020 è mossa da un motore ibrido 1.5 turbo a benzina da 135 CV (muove le ruote anteriori) e da un motore elettrico (montato al retrotreno) con 88 CV: trasmette il moto alle ruote posteriori. Insieme le due unità erogano 224 CV. Il propulsore a corrente è alimentato da una batteria agli ioni di litio posta sotto il divano (per questo non è scorrevole come per le altre Serie 2 Active Tourer).

Questa si può ricaricare in poco più di tre ore collegando la presa nel parafango anteriore sinistro dell’auto con una domestica. Il baule è facilmente accessibile ma non molto grande e meno capiente di quello delle altre versioni: si passa da 468/1510 litri a 400/1350.

6. Kia Niro

Tra le top 10 troviamo anche la Kia Niro, disponibile con motore 1.600 a benzina e un motore elettrico da 32 kW di potenza. ll motore elettrico eroga una potenza di 32 kW, alimentato da un pacco batterie con una capacità di 1.56 kWh. Così facendo la potenza complessiva arriva fino a 141 CV.

Il cambio della Kia Niro è automatico a sei rapporti. La Kia Niro è disponibile sia in versione ibrida tradizionale che in versione Plug-in Hybrid (ricaricabile alla presa di corrente) ed offre un buon livello di cura per gli interni oltre che spazio in abbondanza rispetto alle dimensioni esterne.

7. Toyota Prius

La Toyota Prius, disponibile sia in versione ibrida tradizionale che in versione Plug-in Hybrid (ricaricabile alla presa di corrente), dispone di un motore 1.8 a benzina abbinato a un’unità elettrica: sulla Prius attualmente in commercio il sistema eroga 122 CV e 142 Nm.

I consumi, grazie anche all’aerodinamica molto evoluta, sono nell’ordine di oltre 20 con un litro di carburante anche in autostrada. Spazio e confort completano l’offerta della vettura che ha lanciato l’ibrido sul mercato oltre 20 anni fa.

8. Honda CR-V Hybrid

La Honda CR-V Hybrid ha dimensioni importanti (4,6 di lunghezza, 1,86 di larghezza e 1,68 di altezza) che permettono di avere tanto spazio all’interno. Il SUV ibrido è equipaggiato con due motori elettrici (uno che fa da alternatore/generatore e uno da propulsore), un motore a benzina da 2.0 litri, una unità di controllo dell’energia, una batteria agli ioni di litio e un’innovativa trasmissione a componenti fisse (praticamente non c’è il cambio ma un unico rapporto di trasmissione fisso).

Tutto il sistema riesce ad erogare complessivamente 184 CV di potenza e 315 Nm di coppia. Honda punta infatti sulla sua nuova tecnologia i-MMD (presto disponibile anche per Jazz, Civic e HR-V) che semplifica l’accoppiamento tra motore termico e motore elettrico in modo intelligente, secondo tre distinte modalità di funzionamento. La CR-V offre poi grande comodità e tecnologia.

9. Toyota Corolla

Per la prima volta la Toyota Corolla Hybrid in Italia è disponibile con due motorizzazioni (entrambe ibride): la 1.8 Hybrid da 122 CV e l’inedita 2.0 Hybrid da 180 CV. Si tratta della novità più importante: la nuova motorizzazione ibrida 2.0 da 180 CV le permette di scattare da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi (contro i 10,9 della versione 1.8).

Con una guida accorta si riescono a percorrere anche i 30 km con un litro di benzina. Buono anche se non eccezionale lo spazio nel bagagliaio, che misura 361 litri (nella media del segmento) che diventano 600 litri per la station wagon “TS” (davvero notevole).

10. Mercedes Classe C Wagon

Infine, nella classifica delle top 10 c’è la Mercedes Classe C ibrida che offre un motore che unisce l’ibrido plug-in ed il diesel (commercializzata con il nome “Mercedes C300 de”) sia berlina sia station wagon, con il 2.0 4 cilindri da 194 CV affiancato da un elettrico da 90 kW, per un totale di 306 CV e 700 Nm di coppia, tutti scaricati sull’asse posteriore.

Ad alimentare il motore elettrico ci pensa un nuovo pacco batterie sufficiente a percorrere 57 km in modalità 100% elettrica con la Classe C, mentre la Classe E si ferma a 54. Il tutto potendo toccare i 130 km/h di velocità massima. Interni rifiniti, tecnologia e grande confort sono le caratteristiche principali che in questa versione “elettrificata” non dimentica le prestazioni.

Clicca per leggere la risposta completa

Extenzilla.it
Logo
Enable registration in settings - general