quale liceo scegliere

[ad_1]

Quale scuola superiore scegliere: ragionare con lungimiranza


La prima considerazione da fare, quando si deve scegliere l’indirizzo scolastico post-scuola dell’obbligo, è pensare a cosa si vuole fare da grandi. Se il proprio progetto prevede un percorso universitario e il proprio sogno è quello di diventare un professionista laureato, allora è bene considerare l’istruzione liceale. I licei, infatti, offrono una preparazione teorica molto valida e un buon livello di cultura generale. Questo è particolarmente vantaggioso se dopo si frequenta l’Università ma potrebbe essere un grosso limite se, terminate le superiori, si decide di lanciarsi nel mondo del lavoro. La maturità, infatti, non è sempre equiparata ad un diploma tecnico o professionale e molte aziende preferiscono puntare su candidati diplomati piuttosto che sui detentori della maturità. Il luogo comune, infatti, è che i maturi del liceo siano molto preparati culturalmente e teoricamente ma poco avvezzi alla pratica.

5 consigli per scegliere la scuola superiore giusta


Ecco i nostri 5 consigli utili per decidere quale scuola superiore scegliere:

  1. Se il proprio progetto di vita prevede il sogno dell’Università, meglio scegliere un liceo: classico se si è portati per le materie umanistiche, scientifico se si è bravi con i numeri e le materie logiche o linguistico, se si è attratti dalla multi-culturalità.
  2. Se si è già sicuri di cosa si vuole fare da grandi, è consigliabile puntare su una scuola professionale che prepari esattamente per quel lavoro. Ad esempio, se si desidera fare il cuoco o il pasticcere, l’estetista o l’elettricista esistono scuole specifiche.
  3. Se ci si vuole lasciare aperta sia la porta dell’Università che quella della professione post-diploma, è consigliabile scegliere un istituto superiore adatto ad entrambe le cose: ragioneria, le magistrali, gli istituti tecnici o agrari.
  4. Se non si è sicuri di voler studiare per altri 5 anni, meglio orientarsi sulle scuole superiori che permettono di ottenere un riconoscimento professionale dopo i primi 3. In questo modo si può scegliere di proseguire fino al diploma o fermarsi prima, avendo lo stesso un titolo in mano.
  5. Seguire la proprie passioni, aspirazioni ed attitudini: se i genitori insistono per un percorso di studi che non rientra nelle proprie corde, meglio discuterne ma cercare di iscriversi ad un istituto che si frequenterà volentieri.

Se i nostri consigli non sono stati sufficienti puoi affidarti al nostro centro di orientamento all’avanguardia.



Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo