quale lingua nordica studiare

[ad_1]

Bella domanda.

Imparare uno dei tre, uno a scelta, ti darebbe il modo di capire gli altri due.

Il danese ha avuto alcuni cambi fonetici negli ultimi secoli, che l’hanno allontanato dalla lingua che era, quella che lasciò un’impronta nelle lingue più settentrionali.

È per questo che i danesi capiscono norvegesi e svedesi più di quanto questi capiscano i danesi.

Lo svedese è il più parlato dei tre: 10 milioni di persone, contro i 6 del danese e i 5.2 dei norvegesi.

A livello orale, direi che il norvegese è il più accessibile. Il danese per una cosa e lo svedese per un’altra, sono un po’ più complessi.

Si potrebbe prendere in considerazione pure l’economia scandinava, prima di decantarsi per una lingua o per l’altra.

In tal caso, l’economia norvegese e la danese sono possenti; anche la svedese, anche se un po’ meno.

I settori più forti nei vari paesi sono:

  • petrolifero: Norvegia e Danimarca
  • energia idroelettrica: Norvegia e Svezia
  • agricoltura: Danimarca
  • silvicoltura: Svezia
  • pesca ed acquacoltura: Norvegia e Danimarca
  • minerali: Svezia
  • mobilità sostenibile: Norvegia
  • automobilistico: Svezia
  • beni industriali: Danimarca e Svezia

Il turismo, i servizi, la manifattura di prodotti ad alto valore aggiunto, i latticini, il thriller scandinavo (OK, qui scherzo) sono forti in tutti e tre.

La lingua probabilmente più insegnata all’estero è lo svedese.

È peraltro più facile trovarselo nelle serie TV, nei romanzi noir da quando Stieg Larsson inaugurò il sottogenere scandinavo, nelle edicole di Phuket e Gran Canaria dove gli svedesi vanno a frotte.

Tra le tre lingue, lo svedese è quello che viene considerato più piacevole da ascoltare.

Forse non ti ho risposto, ma abbiamo comunque approfondito il tema.

Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Enable registration in settings - general