quale tipo di lavanda profuma di più

[ad_1]

Principali specie di lavanda:
Lvandula officinalis o spica (a fiori violetti raccolti in spighe e con foglie lineari).
Lavandula stoechas
Lavandula latifolia
Lavandula angustifolia

Lavandula dentata (con fiori piccoli coronati da brattee violette)

La lavanda è una pianta suffruticosa alta 40-60 cm, eccezionalmente fino a 120 cm, di colore grigiastro per la fitta tomentosità, con ramificazione non fitta ma densamente fogliosa e portamento eretto. I rami giovani sono tomentosi e tetragoni. La pianta è fortemente aromatica.
Le foglie sono persistenti, opposte, lineari o lineari-lanceolate, lunghe 1-3 cm, larghe pochi millimetri, con margine ripiegato e nervatura principale pronunciata, bianco-tomentose su entrambe le pagine. All’ascella delle foglie sono inseriti ciuffi di foglie più piccole.
Le infiorescenze, portate da lunghi steli, sono delle spighe. Ciascuna spiga contiene un numero variabile di fiori molto profumati e con aroma variabiale a seconda della specie.

Al Giardino degli Angeli si trovano:
Lavandula stoechas, Lavandula angustifolia

Lavandula angustifolia
La Lavandula angustifolia è una pianta originaria dei paesi del  Mediterraneo ed è una pianta particolarmente adatta a formare siepi basse o bordure di viali.
Ha le foglie tipiche della specie solo più strette e di un verde più intenso.
fiori sono portati da spighe lunghe fino a 6 cm di colore azzurro, molto profumati che si schiudono d’estate.
Di questa specie esistono in commercio numerosissime varietà con i fiori variamente colorati dal rosso, al bianco, al blu.
Lavandula stoechas
La Lavandula stoechas è caratterizzata dall’avere i fiori riuniti in una vistosa e compatta infiorescenza a spiga, ovato-cilindrica e leggermente angolosa, lunga 2-3 cm e sormontata da un gruppo di 2-3 brattee ben sviluppate, di colore viola, blu o purpureo, che persistono anche dopo la caduta dei fiori .
I fiori hanno un calice tomentoso, lungo circa mezzo millimetro o poco più. La corolla è di colore blu-violaceo lunga circa mezzo centimetro.
Fiorisce precocemente da aprile e per tutta l’estate.
Il frutto è un achenio trigonale.
La forma della spiga,il profumo e in generale il suo aspetto sono  molto diversi  dalla lavanda spigo,  anch’ essa ha molte proprietà terapeutiche.
Sta benissimo in giardino anche vicino a pini e cedri e vive bene anche a mezz’ ombra, per chi ama la lavanda usando le varie specie puo’ avere il giardino fiorito per tutto l’ anno.
I fiori sono molto profumati.

La Lavanda si propaga per talea: quando termina la fioritura della lavanda, alla fine dell’estate, si possono prelevare dai rami non fioriferi di un anno, delle talee lunghe circa 10-15 cm con una parte legnosa.
Dopo aver eliminato le foglie poste più in basso, si immerge la parte tagliata in una polvere rizogena per favorire la radicazione.
Successivamente si sistemano le talee in una composta formata da una parte di torba ed una di sabbia grossolana.
La cassetta o il vaso si ricoprono con un foglio di plastica trasparente (o un sacchetto messo a cappuccio) avendo cura di tenere il terriccio sempre leggermente umido.
Una volta che iniziano a comparire i primi germogli , vuol dire che la talea ha radicato. A quel punto si toglie la plastica e si trasferiscono, in piccoli vasi di terracotta (se le avete fatte radicare in cassette), che si collocano in un luogo al riparo dal freddo e dalle correnti d’aria e in buona luce. 
Le nuove piantine di lavanda si pianteranno nella primavera successiva
 

Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Enable registration in settings - general