quale università per intelligenza artificiale

[ad_1]

Blade Runner, A.I. intelligenza artificiale, Io-Robot, Trascendence, Ex-Machina sono solo alcuni dei titoli delle più famose produzione cinematografiche dedicate al mondo dell’Intelligenza Artificiale. È questo, infatti, uno dei casi un cui la produzione letteraria e artistica hanno in qualche modo anticipato, e forse anche in parte ispirato, l’evoluzione scientifica e tecnologica. Il tentativo di simulare le funzioni umane nasce quasi in contemporaneo con l’informatica. Infatti, nel 1956 J. McCarthy organizzò a Dartmouth un convegno, nel corso del quale fu coniato il termine Intelligenza Artificiale nel senso usato oggi e che segna la nascita di questa disciplina come settore autonomo. L’Intelligenza Artificiale e le sue possibili applicazioni che riguardano l’informatica, la matematica, la medicina fino al campo umanistico e sociale sono, oggi come ieri, sotto i riflettori della comunità scientifica mondiale che ne finanzia ricerca e sviluppo. Anche in Italia le cose si stanno muovendo, prevalentemente in ambito accademico. Scopriamo insieme, quindi, l’offerta formativa di un settore dalle grandi potenzialità.

Dove studiare in Italia

Non è mai troppo presto per immergersi nel mondo della IA ed ancora prima d’intraprendere un percorso di studi universitario ci sono interessanti attività di divulgazione, tra le molte segnaliamo il  [email protected] il nuovo progetto formativo nato al Politecnico di Milano e rivolto a studenti del penultimo e terzultimo anno delle scuole superiori.

Per iniziare un percorso universitario rivolto al mondo dell’Intelligenza Artificiale, si possono intraprendere diverse strade, non solo facoltà triennali in Ingegneria dell’Informazione e Industriale ma anche i corsi in ambito informatico e di data science, che qui, però,  non tratteremo.

Spostandosi un po’ più avanti nel percorso di studi le cose si fanno interessanti e scopriamo che per l’Università Alma Mater Studiorum di Bologna offre un  Master’s degree in Artificial Intelligence. Si tratta di un percorso unico nel suo genere, infatti, la nuova laurea magistrale (completamente in inglese e a numero chiuso) istituita dall’Unibo, abbraccia tutti i settori dell’Intelligenza Artificiale: robotica avanzata, modelli predittivi, assistenti virtuali, medicina personalizzata, neuroscienze cognitive, senza dimenticare le implicazioni etiche e sociali delle nuove tecnologie, garantendo una formazione generale a 360 gradi ed al contempo altamente specialistica.

L’intelligenza artificiale si può apprendere, specialmente nelle sue sfaccettature più contemporanee, anche nel corso di Data Science and Scientific Computing dell’università di Trieste, in collaborazione con l’Università di Udine, la SISSA e l’ICTP. Si tratta di un corso internazionale, della classe di ingegneria matematica, che mescola al suo interno competenze di modellizzazione, controllo, calcolo scientifico, machine learning e scienza dei dati, ed informatica, che formano il nucleo della formazione in AI moderna.

Anche a Roma, Università la Sapienza, esiste un corso di alta specializzazione denominato corso di laurea in Artificial Intelligence and Robotics più incentrato su aspetti legati alla robotica.

All’Università di Cagliari,  segnaliamo un corso di laurea magistrale in Computer engineering, cyber security and Artificial Intelligence. Mentre all’Università di Pisa possiamo iscriverci al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Robotica e dell’Automazione, un percorso focalizzato su conoscenze scientifiche e tecnologiche riguardanti l’automazione di sistema e di processo, la robotica industriale e la robotica mobile e di servizio sociale.

Robotica e Intelligenza Artificiale

Robotica cioè l’utilizzo di macchine programmate per svolgere lavori in parte ripetitivi, in un connubio che conduce alla più grande innovazione tecnologica della nostra epoca.
Per approfondire l’argomento leggi Ingegneria Robotica e dell’Automazione: dove e cosa studiare in Italia, sbocchi lavorativi e l’interessante intervista a Massimiliano Simi, fondatore di una start up di successo,  Ingegneria robotica, perché sceglierla.

Infine, sempre a Pisa, dal 2016, la Scuola Superiore Sant’Anna organizza una Summer School internazionale sugli aspetti etici, giuridici ed economici connessi al mondo della robotica e dell’intelligenza artificiale.

Nella quasi totalità dei casi il percorso di studi si svolge completamente in inglese, questo a perché la vocazione internazionale è fortissima e l’Intelligenza artificiale è un settore d’interesse globale.

Ulteriore novità, che riguarda l’ateneo emiliano Alma Mater è la nascita di un nuovo Centro Interdipartimentale per l’Intelligenza Artificiale e, non a caso, Bologna nel 2022 accoglierà la prossima edizione della IJCAI-ECAI, la più grande conferenza scientifica mondiale sui temi dell’AI.

Robot e Covid-19

I robot non si infettano e quindi sono alleati straordinari per contrastare la pandemia da Covid-19, il mondo della ricerca e dell’ingegneria affronta dunque questo particolare momento storico con lo spirito d’innovazione che lo contraddistingue, a servizio della società, per fronteggiare alcuni aspetti della pandemia e, soprattutto, affrontare nuove (eventuali) emergenze sanitarie.

Prospettive di lavoro

Uscendo dal percorso offerto dall’Unibo, si accede al titolo di “esperto d’Intelligenza Artificiale”. Questa è una figura tecnica professionale in grado di occuparsi di progettazione, sviluppo, integrazione e manutenzione di sistemi informatici innovativi e complessi. In particolare, i laureati possono applicare le loro conoscenze e abilità per lavorare su: planning and optimization systems o automazione industriale in diverse aree di applicazione tra cui: industria 4.0, trasporti, medicina, smart city, domotica, sicurezza, divertimento e tempo libero; tutto questo per aziende ed enti pubblici (come IBM, NVIDIA, Datalogic, ABB, Expert System, Tetra Pak, Enel, Technogym e Crif) o Istituti di ricerca pubblici o privati.

Certamente, le prospettive in abito high-tech sono molteplici e il settore rimane in forte espansione verso nuovi orizzonti che oggi, forse, non riusciamo ancora a intravedere e dove la realtà sconfina con la fantascienza.

I corsi proposti dagli Atenei italiani

Di seguito l’elenco di alcuni corsi proposti dagli Atenei italiani in qualche modo connessi al mondo dell’IA ed i relativi link ai percorsi formativi:

Università degli Studi di BOLOGNA:

Università degli Studi di BRESCIA:

Università della CALABRIA:

Università di CAGLIARI:

Università degli Studi di CATANIA:

Università degli Studi di FIRENZE:

Università degli Studi di GENOVA:

Politecnico di MILANO:

Università degli Studi di NAPOLI Federico II:

Università degli Studi di PADOVA:

Università degli Studi di PALERMO:

Università degli Studi di PAVIA:

Università di PISA:

Università degli Studi di ROMA “La Sapienza”:

Università degli Studi di ROMA “Tor Vergata”:

Politecnico di TORINO:

Università di TRIESTE e UDINE

 



Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Reset Password