quale vitamina c assumere

[ad_1]

L’organismo dell’uomo, insieme a quello di pochi altri animali, necessita di vitamina C per svolgere correttamente alcune delle sue funzioni più importanti. Non essendo infatti in grado di sintetizzarla, siamo infatti costretti ad assumerla attraverso l’alimentazione.

La vitamina C è infatti uno dei migliori alleati della nostra salute: conosciuta anche come acido ascorbico, è un composto idrosolubile, simile al glucosio, ed è di norma la meno stabile delle vitamine, molto sensibile alla luce, al calore e all’aria, perché stimolano la produzione di enzimi ossidativi.

La vitamina C è anche probabilmente una delle vitamine più conosciute ed utilizzata in forma di integratore: ma sappiamo davvero cosa fa per il nostro corpo?

I benefici della vitamina C

Vediamo in breve i benefici ufficialmente riconosciuti dall’EFSA, l’autorità Europea per la sicurezza alimentare. Questa vitamina contribuisce:

  • al normale funzionamento del sistema immunitario, anche durante e dopo l’esercizio fisico intenso;
  • alla normale sintesi del collagene per un corretto funzionamento delle ossa, dei denti, della cartilagine, delle gengive e della pelle;
  • al normale metabolismo energetico;
  • al normale funzionamento del sistema nervoso;
  • a proteggere le cellule dallo stress ossidativo;
  • a ridurre stanchezza e fatica;
  • a favorire l’assorbimento del ferro.

Assumere vitamina C: alimentazione e integratori

Gli alimenti che contengono la maggior quantità di vitamina C sono frutta e verdura: tutti gli agrumi (arance e pompelmi), ma anche frutti di bosco, melone, kiwi, anguria; tra i vegetali in segnaliamo peperoni, asparagi, spinaci, broccoli, cime di rapa, cavoli e cavolfiori, patate e pomodori.

Quando l’alimentazione non è sufficiente, si può ricorrere all’assunzione di integratori ricchi di vitamina C, ottimi alleati per rinforzare le difese immunitarie durante l’inverno e prevenire i cosiddetti malanni di stagione.

Quando scegliamo un integratore vitamina C, in particolare ad alto dosaggio, è opportuno scegliere formulazioni a lento rilascio, che rilasciano gradualmente la vitamina C nell’organismo aumentandone di conseguenza l’assorbimento.

Essendo la vitamina C una vitamina idrosolubile, il nostro organismo non riesce ad immagazzinarla: quindi un rilascio graduato nel tempo, o una somministrazione ripetuta nell’arco della giornata, favoriscono un miglior assorbimento.

Inoltre l’esposizione prolungata può danneggiare gravemente i denti, erodendo lo smalto, quindi, a discapito delle formulazioni in tavolette masticabili, sono da preferire le compresse inghiottire o le formulazioni granulari solubili senza zucchero.

Una cosa molto importante, che ci teniamo sempre a sottolineare, è che gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituto di una dieta (per questo si chiamano integratori) e vanno utilizzati seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato.

Sul nostro shop puoi trovare alcuni tra i migliori integratori di vitamina C presenti in commercio. Oggi te ne segnaliamo tre:

Jamieson Vitamina C 1000: integratore di vitamina C a lento rilascio, permette il rilascio graduale in piccole quantità di vitamina C. Prova di glutine, arachidi e noccioline, lattosio, crostacei e lievito, una compressa intera fornisce la dose consigliata di 1000 mg.

Attiva C Forte: integratore alimentare a base di vitamina C a lento rilascio e riboflavina.
Prodotto compatibile con la filosofia vegana; assumere 1 compressa al giorno con un bicchiere d’acqua.

Apropos Fluprotect Effervescente C: integratore alimentare a base di vitamina C e zinco con estratti di propoli, echinacea e salice. Modalità d’uso: sciogliere una compressa in un bicchiere d’acqua (circa 200 ml) e bere ad effervescenza ultimata, anche a stomaco vuoto; assumere due compresse nell’arco della giornata.

Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Enable registration in settings - general