quale zucchero è meno calorico

[ad_1]

Generalità

Il miele, al contrario di quanto molti credono, è abbastanza simile allo zucchero.

Rispetto al più tradizionale dei dolcificanti è però ricco di alcune sostanze particolarmente utili all’organismo: vitamine, sali minerali ed antibiotici naturali.

Considerando le piccole dosi di miele consumate bisogna comunque considerare che l’apporto effettivo di tali micro e oligoelementi è decisamente basso.

Differenze

Il miele ha un potere dolcificante che varia in base alla sua composizione. I mieli, infatti, non sono tutti uguali.

Nota: anche lo stesso “potere dolcificante” è un parametro che varia – talvolta di parecchio – a seconda della fonte bibliografica e dell’ente di ricerca.

Poichè fruttosio, glucosio e saccarosio – gli altri glucidi sono contenuti in misura decisamente inferiore – hanno un potere dolcificante diverso tra loro, la risultate del rapporto tra la loro quantità e quest’ultimo parametro determinerà il potere dolcificante del miele in oggetto. A ciò bisogna inoltre aggiungere che il miele conteiene circa il 20% d’acqua, mentre il saccarosio è quasi totalmente asciutto.

Attribuendo al saccarosio un potere dolcificante pari a “1”, il miele oscilla da 0,7-0,8 a 1,1.

Il miele ha un contenuto calorico più basso (304 Kcal per 100 grammi contro le 392 dello zucchero tradizionale e le 362 dello zucchero di canna) perché più ricco di acqua. Nonostante ciò un cucchiaino di miele fornisce più calorie e carboidrati rispetto ad un cucchiaino di zucchero, a causa del maggior peso specifico. Il miele, specie se non cristallizzato, è inoltre più difficile da dosare.

Le differenza tra questi due dolcificanti è dunque molto sottile; il miele, in virtù del suo contenuto vitaminico e minerale è sicuramente un alimento migliore dello zucchero anche se molte volte gli vengono attribuite proprietà che non possiede. Per un diabetico sostituire lo zucchero con il miele apporta qualche piccolo vantaggio, ma solo a parità di quantità consumate. L’errata convinzione che il miele sia un alimento “benefico” può condurre il diabetico a consumarne dosi eccessive, mettendo a rischio la propria salute esattamente come farebbe consumando dosi eccessive di zucchero.

E’ infine doveroso spendere due parole sulla qualità del miele, spesso alterata da processi industriali e da produttori senza scrupoli. Per questo motivo si consiglia di evitare mieli extracomunitari, specie se commercializzati a basso prezzo da ditte semisconosciute.

MIELE

VS

ZUCCHERO

 
Ricco di vitamine minerali ed altre sostanze
utili per l’organismo
  Meno calorico a parità di volume (un cucchiaino di
zucchero contiene meno carboidrati di un cucchiaino di miele)
Potere dolcificante comunque elevato   Indice glicemico simile
Meno Calorico a parità di peso   Più facile da dosare
     

Salviamo le Api!

Sapevi che esistono diverse organizzazioni che promuovono l’api-coltura e l’api-coscienza? Movimenti come “savingbees” (savingbees.com) chiedono di proteggere le api, creature ormai in via di estinzione, perchè senza di esse non solo non può esserci equilibrio nell’ecosistema, ma nemmeno un futuro agricolo sostenibile.

Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Enable registration in settings - general