quale zucchero usare in gravidanza

[ad_1]

Abbiamo parlato di zucchero e compreso quali gravi danni possono causare a carico dell’organismo umano, soprattutto nei più piccoli. La domanda sorge spontanea: posso usare invece i dolcificanti in gravidanza?

Dolcificanti: cosa sono?

I dolcificanti sono sostituti dello zucchero con potere dolcificante maggiore, a fronte di un contenuto calorico significativamente inferiore.

I dolcificanti possono essere: di sintesi e naturali.

Dolcificanti di sintesi.

I dolcificanti di sintesi sono prodotti “artificiali”, creati per offrire un’alternativa più salubre allo zucchero. Tuttavia da tempo si discute sulla potenziale tossicità dei dolcificanti di sintesi e una loro eventuale cancerogenicità, nonché sul loro effetto sull’organismo umano e sul metabolismo. É stato evidenziato da diversi studi, infatti, che l’eccesso di questi prodotti ha molti effetti collaterali. I dolcificanti possono:

  • Alterare il microbiota intestinale (con note conseguenze sulla salute umana, come malattie infiammatorie, difficoltà digestive etc);
  • Predisporre all’obesità alterando il senso di sazietà;
  • Alterare l’omeostasi del glucosio (quindi il controllo della glicemia).

Ma quali sono i dolcificanti di sintesi? Aspartame, acesulfame, saccarina, ciclammati e sucralosio.

La dose giornaliera massima consentita varia a seconda del dolcificante ed è calcolata in base al peso. Attualmente L’EFSA (Autorità europea per la sicurezza alimentare) ritiene sicuro, nei limiti previsti, l’uso di dolcificanti, ma esistono pareri contrastanti e numerosi studi contrari a tale rassicurazione.

Dolcificanti naturali.

Sono sostanze con potere dolcificante esistenti in natura.

I dolcificanti naturali sono: il miele, il fruttosio, il malto, lo sciroppo d’acero, l’amasake, lo sciroppo d’agave, la stevia, i polioli. Il vantaggio di questi prodotti è di possedere minori calorie rispetto allo zucchero e di fornire non solo “calorie vuote” ma anche sostanze nutritive, come le vitamine. Si tratta comunque, ugualmente di zuccheri che hanno un impatto sul corpo umano e sulla glicemia, determinandone un aumento. E si sa: stimolare eccessivamente la glicemia non fa bene al nostro corpo, mette il pancreas sotto stress e predispone inesorabilmente all’aumento del peso corporeo. Tutti questi zuccheri, inoltre, favoriscono la proliferazione di una flora microbica intestinale di tipo putrefattivo.

Soffri di gonfiore addominale? Qualunque cosa mangi ti fa male? Potresti avere una disbiosi intestinale. Ho parlato di pancia gonfia in questo articolo.

Attenzione a non confondere “naturale” con benefico.

Il fruttosio, per esempio, favorisce la lipogenesi (formazione di grasso), può causare steatosi epatica e obesità. Ciò, in associazione allo zucchero, ha un effetto negativo sull’intero organismo.

Diverso invece è l’effetto della stevia, un dolcificante naturale ritenuto sicuro (se assunto in piccole quantità) anche per la gestante e per i bambini. La stevia non subisce degradazione con le alte temperature, ed è per questo che può essere usata anche per la preparazione di dolci. Attenzione però al momento dell’acquisto: spesso è venduta in miscela con altri dolcificanti artificiali.

Oggi siamo bombardati da pubblicità ingannevole, che ci spaccia per sani prodotti che possono avere un effetto estremamente nocivo per la nostra salute e quella dei nostri figli. L’informazione può difenderti da tutto questo. Ti aspetto sul mio gruppo Facebook per parlarne Insieme!

Sei in gravidanza e vuoi una dieta studiata ad hoc per le tue esigenze? Scopri tutto sul mio programma dedicato alla gravidanza.

Posso usare i dolcificanti in gravidanza?

In definitiva, per rispondere a questa domanda, la risposta è Nì. Non ci sono evidenze scientifiche per le quali il consumo di dolcificanti in gravidanza debba essere sospeso. Resta comunque vero che il loro eccesso si associa alle numerose problematiche e pericoli discussi.

L’ideale è:

  • Consumare bevande light con moderazione;
  • Se si utilizza miele o sciroppo d’acero, ricordare sempre che è un prodotto che impatta sul peso corporeo;
  • Ricordare che le sostanze dolci danno dipendenza e rendono più difficile liberarsi dal desiderio di altri cibi zuccherini.

Dottoressa Deborah Fedele

FONTI:

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/29159583/

Lancet. 1977 Sep 17;2(8038):578-81. Artificial sweeteners and human bladder cancer.

Clicca per leggere la risposta completa

[ad_2]

Extenzilla.it
Logo
Enable registration in settings - general